Attivazione di fornitura precedentemente disattivata con cambio di intestazione del contratto

È possibile chiedere l’attivazione di una fornitura su contatore esistente, ovvero già posato e allacciato alla rete, facendoci pervenire la modulistica via mail o via fax, oppure presso uno dei nostri sportelli sul territorio.

Email atenatrading@legalmail.it
Fax 0161 226603

 

Per l’attivazione di una fornitura sono obbligatori i seguenti documenti e informazioni.

Clienti Domestici (persona fisica)

  • Documento d'Identità dell’intestatario della fornitura;
  • Codice fiscale dell’intestatario della fornitura;
  • dati catastali dell'immobile;
  • PDR e/o matricola del contatore.

Clienti Professional (persona giuridica)

  • Documento d'Identità e codice fiscale del legale rappresentante;
  • Partita IVA;
  • Certificato di Iscrizione Camerale o la Visura Camerale;
  • dati catastali dell'immobile;
  • PDR e/o matricola del contatore.

Per cittadini stranieri extracomunitari occorre anche portare il permesso di soggiorno, accompagnato dal passaporto o dalla carta d’identità.

Nel caso in cui, la persona alla quale si vuole intestare il contratto non possa presentarsi presso gli sportelli, la persona delegata deve portare delega scritta e fotocopia della sua carta d’identità unitamente ai documenti sopra indicati.

Atena Trading addebiterà nella prima bolletta utile:

  • il deposito cauzionale o garanzia equivalente qualora il Cliente scelga di pagare le bollette tramite bollettino (importo che verrà restituito alla cessazione del contratto o dopo attivazione di domiciliazione bancaria o postale);
  • gli oneri richiesti dall’impresa di distribuzione locale per le operazioni di attivazione della fornitura pari a € 30,00 + IVA per la riapertura del contatore chiuso con calibro fino al G6 incluso e pari a € 45,00 + IVA per quelli con calibro maggiore al G6.

Modifica dell’allacciamento

Sono soggetti alla procedura di accertamento documentale, prima della loro attivazione, anche gli impianti di utenza gas modificati o trasformati:

  • per impianto di utenza modificato s'intende l’impianto di utenza in servizio sul quale sono state eseguite operazioni di ampliamento o manutenzione straordinaria che hanno comportato la temporanea sospensione della fornitura di gas;
  • l'impianto di utenza trasformato è invece l’impianto di utenza precedentemente alimentato con altro tipo di gas.

Al fine di ottenere la riattivazione della fornitura il cliente dovrà seguire la stessa procedura di cui nella sezione Accertamenti sicurezza post contatore.

Se entro 120 giorni solari dalla data di avviamento della pratica di attivazione della fornitura non perviene all’impresa di distribuzione tutta la documentazione rilasciata dall'installatore, la richiesta di attivazione della fornitura sarà annullata.